ASSODIPRO – Consiglio Direttivo Nazionale

Consiglio Direttivo Nazionale

art. 17 e 18 dello Statuto

Sig. Alberto Tuzzi

Tel. 0422 263285
Cell.

E-Mail: treviso@assodipro.org

Sig. Vincenzo Moccia

Cell. 333 72 47 461 vicepresidente2@assodipro.org

Sig. Antonio Farris

Tel. 070 9459025

Cell. 339 8575656

E-Mail: sardegna@assodipro.org

Sig. Carlo Laganà

Cell.

Sig. Natale Pacino

Cell. 347 11 49 472 vicepresidente1@assodipro.org

Sig. Aniello Amoruso

Cell. taranto@assodipro.org Membro CAD

Sig. Giuseppe Seviroli

Cell. 338 46 69 286

agrigento@assodipro.org

Sig. Fensore Michele

Tel./Fax. 0432/21112

Cell: 338.2443879

udine@assodipro.org

Sig. Coccia Pietro

Cell. 328 96 33 347

Sig. Giuseppe Pesciaioli

Cell. 348 73 64 629

presidente@assodipro.org

Sig. Alfredo D’Andrea

Art.17
Consiglio Direttivo Nazionale

Il Consiglio Direttivo Nazionale è organo di direzione della As.So.Di.Pro nell’ambito delle decisioni assunte dal Congresso Nazionale ed è composto:

  • da un delegato eletto da ogni sezione provinciale e da ogni unità coordinata, a prescindere dal numero di soci che ne fanno parte;
  • da delegati eletti da ogni sezione provinciale e da ogni unità coordinata in proporzione al numero dei soci che ne fanno parte o che ad esse sono stati assegnati, in ragione di uno ogni 250 associati e con apprezzamento di eventuali resti.

Il Consiglio Direttivo Nazionale:

  • elegge con votazione segreta, anche al di fuori dei propri componenti, il Presidente Nazionale, il o i Vicepresidenti Nazionali, il Segretario Nazionale e il Vicesegretario Nazionale;
  • approva annualmente gli atti contabili dell’Associazione e, contestualmente, delibera in merito alle finalità ed alle attività statutariamente previste a favore delle quali deve essere destinato l’eventuale avanzo dello esercizio finanziario concluso;
  • trasforma la piattaforma programmatica approvata dal Congresso Nazionale in progetti e programmi di attuazione;
  • delibera in merito alla struttura tecnico-operativa che supporta il lavoro del Comitato Esecutivo.

Il Consiglio Direttivo Nazionale rimane in carica tre anni ed i suoi componenti sono immediatamente rieleggibili.

Il Consiglio Direttivo Nazionale decade dalle sue funzioni:

  • se viene a mancare la maggioranza dei suo componenti;
  • se il Congresso Nazionale, su proposta avanzata da 1/3 degli iscritti alla Associazione o da 1/3 dei Delegati al Congresso medesimo o da 1/3 dei componenti il Consiglio Direttivo Nazionale, approva una mozione di sfiducia.

Art.18
Convocazione del Consiglio Direttivo Nazionale

Il Consiglio Direttivo Nazionale si riunisce tutte le volte che il Presidente Nazionale lo ritenga necessario o quando almeno 1/3 dei suoi componenti ne faccia richiesta e, comunque, almeno una volta l’anno per deliberare in ordine al bilancio consuntivo e preventivo, alle finalità ed alle attività statutariamente previste alle quali destinare l’eventuale avanzo dell’esercizio finanziario concluso e all’ammontare della quota sociale.

Gli avvisi di convocazione sono inviati con lettera raccomandata o con telegramma almeno sette giorni prima della riunione e devono contenere l’indicazione della data, dell’ora e del luogo della riunione, nonché dell’ordine del giorno.

Trascorsa un’ora dopo quella indicata nell’avviso di convocazione, per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio e il voto favorevole della maggioranza dei presenti. In caso di parità, prevale il voto di chi preside la riunione. Il voto non può essere dato per delega.

Le riunioni del Consiglio Direttivo Nazionale sono presiedute dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente o, in caso di assenza anche di quest’ultimo, dal più anziano dei presenti.

Il verbale delle riunioni e delle delibere in esse assunte, al termine, viene letto, sottoposto a votazione e sottoscritto dal Presidente e dal Segretario Nazionale.