• Giustizia

    Ricorso al TAR per avanzamento. E’ stata aperta una breccia importantissima !!!!

    Sono un Ufficiale di Marina. Un Capitano di Fregata che sta conducendo una vera “battaglia” per dipanare e rendere davvero equa e meritocratica la procedura d’avanzamento cosiddetta “ a scelta”. La problematica è densa di storture e anacronistiche metodologie che sconfinano nella anticostituzionalità e rasentano il paradossale (illogicità piena e verificabile). Ho letto con moltissimo interesse la sua vicenda personale analizzando i vari documenti relativi al ricorso, all’appello dell’amministrazione e le varie memorie difensive, nonchè l’ultima (ma non definitiva) sentenza del Consiglio di Stato. Condivido pienamente tutte le sue argomentazioni/motivi, eccetto quella che si riferisce alla metodologia di avanzamento degli Ufficiali (490/97) che ritengo davvero analoga alla metodologia relativa all’avanzamento…

  • Difesa

    Le dolenti "note": lo dice la parola stessa…

    Qualche tempo fa il Giornale dei Militari, ha pubblicato una circolare del Ministero Difesa, inviata dalla DGPM a tutti i comandi/enti dipendenti, titolando così: Scarso rendimento? Direttive di Persomil per il “licenziamento’ del personale. Ecco, sobbalzando ml sono detto; si continua a scendere sempre più In basso: sono forse, queste le regole con cui s’intende migliorare la vita del militari? Certamente, è in atto una continua Involuzione, qualcuno, ora, forse capirà ed inizierà ad opporsi a questo continuo regresso, perpetrato da anni e determinato da retrive regolamentazioni che, nel tempo, si * sono via via succedute. In verità, nel frattempo, dl quanto auspicato nulla si è verificato: non c’è stata…

  • Pensioni

    Onda D'urto

    Ci risiamo. Come un vecchio ritornello sì ritorna a parlare di riforma delle pensioni. Le pressioni per intervenire sulla materia delle pensioni sono innumerevoli e variegate. Da una parte c’è la richiesta pressante della comunità europea, dall’altra vi è una precisa volontà del mondo imprenditoriale. Tutti, indistintamente, mirano ad alzare l’età pensionabile e, contestualmente, ad abbassare la reale entità economica delle pensioni stesse. Di fronte a questa enorme onda d’urto, la politica appare debole e non in grado di difendere la riforma già attuata, nonostante i cambiamenti apportati siano stati molto pesanti per il personale dei comparti Difesa e Sicurezza. Queste nuove richieste d’intervento legislativo nel settore delle pensioni, ci…

  • Associazione

    Ordini anche fuori dal servizio

    Nell’ambiente militare, ormai è risaputo, tutto può succedere e tutto è nella “facoltà del Comandante” Dopo tanti anni trascorsi in ambito militare, credevo di aver acquisito una esperienza tale da non dovermi più meravigliare di nulla; mi sbagliavo, c’era qualcosa che sicuramente mi mancava di conoscere ed è quello che sto per raccontare ai lettori del NGDM. Si tratta di una comunicazione dì servizio cui il Comandante di Stormo rende edotto il personale alle sue dipendenze che in una Località a ridosso dell’Aeroporto Militare, il traffico automobilistico subisce un notevole incremento a causa del flusso-deflusso del personale dello Stormo, che utilizza il tratto stradale che attraversa la frazione in argomento,…

  • Convegni

    As.So.Di.Pro.: “ Difesa e Sicurezza nella Politica Nazionale e Comunitaria. Il Modello di tutela professionale dei Militari Italiani ”

    All’interno del dibattito politico che accompagnava gli eventi di guerra iracheni e la imminente partenza dei nostri soldati per quello scenario con scopi umanitari e di sostegno alle popolazioni liberate dal tiranno, ASSODIPRO svolse nel maggio dello scorso anno, presso la  sede romana del Parlamento Europeo, un importante convegno  avente per oggetto di discussione l’esame della condizione di tutela dei  militari italiani in comparazione con gli omologhi europei. Una occasione di confronto che non poteva non essere influenzata dagli echi di quei drammatici avvenimenti, dalle riflessioni che al momento era possibile fare in conseguenza delle conoscenze dei dati di fatto e delle informazioni circolanti nonché dalle preoccupazioni di quanti ritenevano…

  • Società

    Il mestiere dei sarti

    Essere vestiti secondo i propri gusti e a seconda delle circostanze prima che essere una manifestazione di autonomia decisionale e la risposta ad uno stato di necessità è un fatto di riconosciuta libertà!. Sembrerà superfluo ricordare ai nostri lettori che fra le tante libertà conquistate dall’uomo vi sia appunto quella di vestirsi a proprio piacimento. No! non è esercizio retorico o superfluo se si riflette sul fatto che una volta, non tanto tempo fa vestivamo tutti ……alla marinara. Essere vestiti da altri e in assenza di consenso è stato un infelice e inutile arbitrio, ovvero l’ esercizio di una costrizione equivalente al far indossare una camicia di forza. Si può…

  • Difesa

    Rapporto As.So.Di.Pro.: Sulla condizione del Personale Militare

    Che lo stato di salute della condizione del personale militare fosse precario era noto a tutti; che chi chiamato a porvi rimedio nell’insieme dei vari soggetti istituzionali (Parlamento, Governo, forze politiche) che concorrono alla soluzione della durevole questione continuasse a pensare che il limite della sopportazione dei militari rispetto ad ogni evidente indifferenza fosse ancora lontano dal manifestarsi nelle forme e con le regole democratiche del nostro ordinamento è questione che desta grande amarezza e sicura incredulità. E’ questione che ci fa riflettere su ciò che la condizione militare era nei remoti anni ’70 quando assunse rilevanza sociale tanto da sfociare in atti parlamentari con l’approvazione nel 1978 della ormai…

  • Politica

    L’As.So.Di.Pro incontra "la Margherita”

    Sulla scorta degli impegni assunti lo scorso luglio dall’On.le Franco Marini circa la necessità di definire stabili relazioni politiche con ASSODIPRO, mediante apposito comitato, il giorno 27 novembre presso la sede del Gruppo Parlamentare della Margherita , la Segreteria del sodalizio (Tuzzi, Ammiraglia, Miceli)  si è incontrata con i referenti Parlamentari On.li Molinari e Carbonella componenti del suddetto comitato. Oggetto dell’incontro, l’individuazione di un metodo di lavoro, idoneo a valorizzare in sede politica, la condizione militare attraverso il contributo delle libere formazioni associative. Ai Parlamentari della Margherita, il Segretario Generale di ASSODIPRO Alberto Tuzzi ha illustrato la natura e le finalità del sodalizio, nonché la sua appartenenza all’EUROMIL, quale riferimento…

  • Politica,  Società

    Rottamati d’annata?

    E’ del tutto superfluo ricordare quanto lungimirante, pressante, costante e ampio sia stato nel tempo l’impegno di ASSODIPRO e del Nuovo Giornale dei Militari in merito alla questione riguardante la riliquidazione delle indennità operative. Impegno tendente ad una sanatoria legislativa capace di superare quella palese ingiustizia creatasi, a partire dal 1995, in conseguenza dei modificati orientamenti della magistratura amm.va (C.d.S.) che, in precedenza erano sempre stati favorevoli ai militari ricorrenti. A riscontro di tanto impegno (petizione popolare, lettere di sostegno, corrispondenza con l’On.le Ramponi e altri, incontri politici e sindacali ecc.) che ha trascinato un vasto interesse nella società militare, sono state presentate in Parlamento diverse p.d.l. (Manfredi, Lavagnini, Ascierto)…

  • Associazione,  Difesa

    I movimenti del personale dell'ex 14° G.R.A.M. di Potenza Picena

    ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA’ DIRITTO E PROGRESSO Dei problemi, legati ai trasferimenti del personale dell’ex 14° Gruppo Radar di Potenza Picena (MC) ci siamo occupati nel passato per ricordare la situazione di disagio in cui versavano tutti quei militari che per ragioni personali e comunque obiettive, connesse ad esigenze di famiglia non semplicisticamente superabili erano  costretti ad una dura vita da pendolari per le nuove destinazioni d’impiego (Ferrara ecc….) e al contrario per il rientro in famiglia dopo ogni turno di servizio. Abbiamo anche dato conto, ai nostri lettori, delle preoccupazioni  che assillavano quanti, in attesa di ulteriori e definitivi trasferimenti, erano rimasti a disposizione dell’Amm.ne Aeronautica presso lo stralcio del disciolto…