• Giustizia

    Ricorso al TAR per avanzamento. E’ stata aperta una breccia importantissima !!!!

    Sono un Ufficiale di Marina. Un Capitano di Fregata che sta conducendo una vera “battaglia” per dipanare e rendere davvero equa e meritocratica la procedura d’avanzamento cosiddetta “ a scelta”. La problematica è densa di storture e anacronistiche metodologie che sconfinano nella anticostituzionalità e rasentano il paradossale (illogicità piena e verificabile). Ho letto con moltissimo interesse la sua vicenda personale analizzando i vari documenti relativi al ricorso, all’appello dell’amministrazione e le varie memorie difensive, nonchè l’ultima (ma non definitiva) sentenza del Consiglio di Stato. Condivido pienamente tutte le sue argomentazioni/motivi, eccetto quella che si riferisce alla metodologia di avanzamento degli Ufficiali (490/97) che ritengo davvero analoga alla metodologia relativa all’avanzamento…

  • Associazione,  Consiglio Stato,  Rappresentanza militare

    Accesso agli atti: sconfitta nel giudizio di primo grado la D.G.P.M.

    ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA’ DIRITTO E PROGRESSO SCONFITTA NEL GIUDIZIO DI PRIMO GRADO LA D.G.P.M. SULLA QUESTIONE DELLA NECESSARIA CONOSCENZA DEGLI ATTI DEL PROCEDIMENTO E DEI CRITERI DI VALUTAZIONE CONCRETAMENTE ADOTTATI. Con Ordinanza n. 4025/07 del 30 – 31 luglio 2007, il Consiglio di Stato, Sez IV^, ha sospeso l’efficacia della Sentenza 5273/07 del T.A.R. del Lazio, Sez. Prima bis. L’intervento dell’Ordinanza non elimina l’ipotesi di di inottemperanza dell’Amministrazione militare che, solo in data 30.07.2007, aveva provveduto ad indicare alla parte ricorrente le modalità di esecuzione della Sentenza del T.A.R.. La volontà di esecuzione manifestata dall’Amministrazione, comunque, fa ritenere vera l’esistenza degli atti richiesti dal Maresciallo COMELLINI; pertanto, il Consiglio di Stato,…

  • Consiglio Stato

    Consiglio di Stato, Sez. V – Sent. 3 luglio 2003 n. 4004 – Termine semestrale per la presentazione della domanda

    CONSIGLIO DI STATO, SEZ. V Sentenza 3 luglio 2003 n. 4004 Pres. Quaranta, Est. Farina Palimisano (Avv. Berardi) c. Comune di Francavilla Fontana (n.c.) (annulla T.A.R. Puglia-Bari, 11 dicembre 2001, n. 7821).Pubblico impiego Infermità e lesioni Riconoscimento della causa di servizio Termine semestrale per la presentazione della domanda Decorrenza Dalla data di piena conoscenza non solo della natura, ma anche della gravità della menomazione che ne deriva. Sia ai sensi dell’art. 36 del d.p.r. 3 maggio 1957, n. 686, che secondo l’art. 3 del d.p.r. 20 aprile 1994, n. 349 e dell’analoga disciplina ormai prevista dall’art. 2 del d.p.r. 29 ottobre 2001, n. 461, il termine semestrale di decadenza previsto…

  • Consiglio Stato

    Consiglio di Stato, Sezione VI – 13 aprile 2006 numero 2031 – Illegittimo per difetto di motivazione il provvedimento di diniego

    ASSOCIAZIONE SOLIDARIETA’ DIRITTO E PROGRESSO EQUO INDENNIZZO: Il Consiglio di Stato Sez. VI^, ha sancito che è illegittimo (per difetto di motivazione) il provvedimento di diniego dell’Equo Indennizzo. EQUO INDENNIZZO PER CAUSA DI SERVIZIO CONSIGLIO DI STATO, SEZIONE VI – 13 aprile 2006 numero 2031 Pubblico impiego – Equo indennizzo per malattia contratta a causa di servizo – Parere della commissione medica ospedaliera favorevole all’interessato – Parere del Comitato per le pensioni privilegiate ordinarie sfavorevole all’interessato – Provvedimento di diniego – Adottato in adesione al parere espresso dal Comitato per le pensioni privilegiate ordinarie – Omessa considerazione del diverso parere espresso dalla commissione medica ospedaliera – Illegittimità del provvedimento per…

  • Consiglio Stato,  Difesa,  Giustizia,  Ricorsi

    Giustizia: pur di non dare ragione ad un Carabiniere, due sezioni del Consiglio di Stato si sconfessano a vicenda

    grnet.it   Roma, 23 nov – (di Cleto Iafrate) Il “Davide” della vicenda di cui ci occuperemo di seguito è un giovane carabiniere, di quelli che nella scala gerarchica è collocato agli ultimi posti e, pertanto, come il pastorello del racconto biblico, è impiegato per lo più in compiti esecutivi e certamente non di concetto. Il carabiniere, vedendosi respinta una istanza di trasferimento, presenta prima un ricorso gerarchico – anch’esso rigettato – e, successivamente, un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Nell’ambito del ricorso gerarchico, per dimostrare la fondatezza dei motivi addotti, estrae copia di atti d’ufficio conservati nel carteggio ordinario della stazione nella quale presta servizio. Atti, quindi, che…